Donna Pippina a Mazzacana

Vi racconto un episodio solo, a cui ho assistito, per far sapere che donna era Pippina a Mazzacana: dopo mezza giornata in cui quattro amici avevano giocato a carte, i due perdenti decisero di giocare tra loro chi avrebbe dovuto pagare i due caffŔ scommessi. A fine partita il perdente si alza, dÓ il mazzo di carte alla Mazzacana e le dice:"DumÓni ci pÓiu i du cafŔ". La Mazzacana si mise subito tra lui e la porta d'uscita e gli rispose:"Se nun mi pÓi s¨bbutu i du cafŔ, ti scippu i baddi e t'i mettu pi cravatta!" - Vi lascio immaginare la fine .(Tanino Cannata)

Quando entravano al bar avventori speciali e spiritosi, come ancora c'Ŕ ne sono o Chiamu e Canali e, facendo il segno dell'ombrello chiedevano a Donna Pippina: Zia Pippina: chista a ccui?
lei rispondeva: Porticcilla a t'assuoru ca l'aspetta commu l'acqua nno misi di maggiu. ( Angelo Ciurcina)

 

ę Buccheri Antica